ALA Milano Onlus
Breve descrizione dell’Associazione

ALA Milano è un’organizzazione Onlus e nata operativa dal 1996 sul territorio della Città Metropolitana di Milano. Si occupa di educazione alla salute/prevenzione, lotta alle discriminazioni, inclusione socio-lavorativa e cooperazione internazionale. Realizza interventi rispetto a: prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne,bullismo/cyberbullismo, razzismo/cyberrazzismo, dipendenze. Promuove le pari opportunità e la sessualità sicura (contrasto Hiv/Ist), gli inserimenti lavorativi e l’interculturalità. I luoghi di intervento sono: le scuole, i quartieri a rischio, i luoghi del divertimento notturno per i giovani. Lavora in rete con numerose realtà pubbliche, del privato sociale ed internazionali. Ha partecipato alla stesura delle Linee Guida Regionali in tema di prevenzione.

Territori di intervento

Principalmente Città Metropolitana di Milano, saltuariamente altre provincie lombarde.

Partner eventuali

Su questi temi ALA Milano lavora in rete diverse realtà pubbliche e del privato sociale tra cui: Comuni di Milano (Direzione Politiche Sociali, Direzione Educazione; Casa di Diritti), San Donato Milanese, Locate di Triulzi; rete dei centri anti-violenza di Milano; ATS Milano; diverse cooperative e associazioni del territorio; scuole

Persona di riferimento

Antonio D’Ercole

tel. 02.89516464

Descrizione modulo di intervento
OBIETTIVI

La maggior parte degli interventi di prevenzione alla violenza sulle donne e di promozione della parità di genere vengono realizzati nel contesto scolastico (scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado) rivolgendosi ai bambini e alle bambine, agli/alle adolescenti, agli/alle insegnanti e alle famiglie. Tutte le attività formative (moduli) individuano come finalità generale quella di tematizzare e criticizzare gli schemi di pensiero, gli atteggiamenti e i conseguenti comportamenti che possono danneggiare od ostacolare le relazioni paritarie uomo-donna e le scelte di vita, nonché offrire strumenti di protezione e di criticità. Individuano poi alcuni obiettivi specifici in base al target tra cui:

1) aumentare il pensiero critico e la consapevolezza circa l’azione latente degli stereotipi sui processi di pensiero e le scelte;

2) diminuire la presenza e gli effetti degli stereotipi legati alle differenze di genere;

3) criticizzare e valorizzare il modello femminile trasmesso culturalmente;

4) favorire una buona relazione maschio-femmina nell’ambito del gruppo classe;

5) aumentare la consapevolezza dei propri agiti nella vita quotidiana nella relazione con l’altro sesso;

6) favorire il riconoscimento delle diverse forme di prevaricazione, non-rispetto e violenza specialmente relativamente alla sfera culturale e psicologica (limitazione della libertà, controllo,ricatto,insulto, etichettamento, denigrazione, esclusione dal gruppo, ecc);

7) coinvolgere e formare gli adulti (insegnanti e genitori) in quanto moltiplicatori dell’azione preventiva in un’ottica di educazione al rispetto e alla parità di genere.

ATTIVITA’

Modulo 1: Laboratorio in classe “A scuola di parità”

Target:

Alunne/i delle scuole primarie (classi quarte e quinte) e delle scuole secondarie di primo grado (classi prime)

Attività svolte:

Modulo da n.4 incontri di n.2 ore ciascuno in orario curricolare. Il laboratorio è condotto da una/un psicologa/o e una/o educatrice/tore professionale con esperienza specifica sul campo nella realizzazione di interventi di prevenzione su questi temi. E’ prevista la presenza in classe della/del docente.

Attraverso diverse tecniche, tra cui la narrazione e il gioco, il laboratorio intende esplicitare alcuni contenuti circa l’importanza del rispetto dell’altro/a e della parità tra maschi e femmine. Ciascuna classe parteciperà ad un percorso alla scoperta degli stereotipi di genere e alla loro possibile influenza sulle scelte future e sui rapporti con compagni e compagne. Bambine e bambini si trasformeranno in “detective a caccia di stereotipi di genere” nella vita reale e/o contenuti all’interno di pubblicità televisive al fine di poter promuovere un’analisi critica volta a valorizzare il ruolo femminile nella società. Il laboratorio favorirà inoltre la promozione dei concetti di rispetto e parità promuovendo attività di role playing inerenti situazioni reali di prevaricazione, non rispetto, bullismo al fine di trovare con la classe strategie di prevenzione e contrasto concretamente applicabili a quel gruppo specifico. Il laboratorio si concluderà con la realizzazione dell’ “Albero della Parità” che riporterà tutti i pensieri dei bambine e bambini su parità e rispetto.

Preventivo dei costi:

– Il preventivo fa riferimento ad una classe (un modulo) e comprende:

– Laboratorio di prevenzione – n.4 incontri da n. 2 ore ciascuno

– Incontri di presentazione, monitoraggio e restituzione con gli/le insegnanti

– Equipe operativa per la programmazione in itinere

– Relazione scritta dettagliata delle attività svolte e dei contenuti emersi

– Materiali per i laboratori

– Incontri per le famiglie

Costo totale: 500,00 omnicomprensive

Modulo 2: Laboratorio in classe “Tutto normale?”

Target:

Studentesse e studenti delle scuole secondarie di primo grado (classi terze) e secondo grado (classi dalla prima alla quinta).

Attività svolte:

Modulo da n.4 incontri di n.2 ore ciascuno in orario curricolare. Il laboratorio è condotto da una/un psicologa/o e una/o educatrice/tore professionale con esperienza specifica sul campo nella realizzazione di interventi di prevenzione su questi temi. Non è prevista la presenza del/della docente in classe.

Attraverso una serie di tecniche attive (giochi, lavori in sottogruppo, brainstorming, video, ecc) il percorso intende offrire uno sguardo critico sul fenomeno della disparità di genere (stereotipi) e della violenza sulle donne focalizzando l’attenzione su tutte quelle forme di violenza culturale e psicologica meno visibili ed eclatanti ma che sovente molte adolescenti vivono (limitazione della libertà, pregiudizio, controllo, esclusione dal gruppo, diffusione di pettegolezzi, sexting, ecc). Il laboratorio promuoverà diverse attività di role playing inerenti la vita di coppia e i rapporti in classe al fine di aumentare la consapevolezza dei propri agiti nella vita quotidiana (in particolar modo i maschi), aumentare la capacità di riconoscere la prevaricazione e la violenza (ragazze) e costruire strategie concrete di prevenzione e contrasto.

Preventivo dei costi:

– Il preventivo fa riferimento ad una classe (un modulo) e comprende:

– Laboratorio di prevenzione – n.4 incontri da n. 2 ore ciascuno

– Incontri di presentazione, monitoraggio e restituzione con gli/le insegnanti

– Equipe operativa per la programmazione in itinere

– Relazione scritta dettagliata delle attività svolte e dei contenuti emersi

– Materiali per i laboratori

– Incontri per le famiglie

Costo totale: 500,00 omnicomprensive

METODOLOGIE

Per ciascuna scuola coinvolta verranno realizzati incontri preliminari con il gruppo delle/dei docenti referenti delle classi coinvolte al fine di condividere strategie, obbiettivi ed attività nonché utili alla presentazione delle classi. Al termine degli interventi lo stesso gruppo si ritroverà per un momento finale di restituzione e valutazione dell’ esperienza. Per ogni classe verrà prodotta relazione dettagliata dell’ intervento. Oltre a incontrare i/le docenti, si prevedono anche dei momenti di presentazione e valutazione finale con le famiglie che si configura come occasione formativa e di sensibilizzazione su questi temi nonché strumento per rinforzare l’alleanza educativa tra famiglia e scuola.

Nell’ambito delle attività laboratoriali vengono utilizzate diverse tecniche attive e partecipative , tra cui la narrazione e il gioco, che saranno volte ad esplicitare alcuni contenuti circa l’importanza del rispetto dell’altro/a e della parità tra maschi e femmine nonché l’analisi critica di spot pubblicitari (televisivi e sul web) soventi portatori di modelli stereotipati che i bambini/e e ragazzi/e introiettano con poca capacità critica che faccia da schermo. Nel corso degli incontri vengono altresì utilizzate esercitazioni di gruppo, momenti di discussione in plenaria,visione di video, momenti frontali per il passaggio di informazioni sulla prevenzione. Il ruolo dei conduttori e delle conduttrici, è quello di tecnico/esperto/a rispetto alla tematica, ma soprattutto di facilitatore/trice e moderatore/trice nei momenti di confronto, nei quali i ragazzi e le ragazze mettono in gioco vissuti ed emotività.

STRUMENTI

Nella realizzazione degli interventi educativi e preventivi su questi temi si utilizzano principalmente strumenti ludico-didattici (giochi, schede, storie, video, internet, ecc) funzionali alle attività proposte in classe e con i gruppi di adulti. Lo scorso anno ALA Milano ha prodotto due video-spot professionali di sensibilizzazione:

  1. Chi lo dice sa che può esserlo” , realizzato con i bambini e le bambine della scuola primaria Palmieri di Milano – https://www.youtube.com/watch?v=MQdzMQTDhWQ

  1. Tutto normale?”, realizzato con una gruppo di studenti e studentesse del Liceo Pareto di Milano – https://www.youtube.com/watch?v=SPZvmd11WXY

Conduzione a cura di

n.1 psicologa/o e n.1 educatrice/tore professionale con esperienza specifica sul campo nella prevenzione a questi fenomeni