Contro la violenza di genere la nostra soluzione è l’educazione.
nasce come una sfida di sostenibilità sociale ed è la risposta alle richieste di ragazze e ragazzi che vogliono strumenti per vivere meglio insieme e costruire un futuro migliore.
Alla domanda quale argomento/materia ti piacerebbe che fosse trattato, a scuola, non una tantum, ma in modo sistematico, come se fosse una normale materia? nettamente al primo posto, indicato dal 60% degli studenti (ma le ragazze arrivano al 71,8%) il tema del rispetto di genere e delle minoranze, mentre al secondo posto troviamo l’educazione sessuale, indicata dal 45% dei maschi e dal 51% delle femmine.
Ma nei programmi ministeriali questa materia non esiste e addirittura la parità di genere è stata emendata dai temi di educazione civica.
Contro la violenza di genere la nostra soluzione è l’educazione.
Il problema che SAFE vuole affrontare è culturale e caratterizza circa 4 millenni di storia dell’umanità. Aristotele affermava “la femmina è tale per mancanza di qualità”, per la saggezza popolare “chi dice donna dice danno” e oggi il giovane rapper Skioffi canta “le tolgo il fondotinta con la forza dei miei schiaffi”. 
Per uscire dal fango con cui la cultura, che in qualche modo tutti e tutte condividiamo, ha ricoperto e ricopre la femminilità la sola strada è incoraggiare lo spirito critico, il senso di giustizia e un’etica delle relazioni negli anni formativi.
A CHI SI RIVOLGE
SCUOLE E LUOGHI DI AGGREGAZIONE
AZIENDE E ORGANIZZAZIONI
FONDAZIONI E AMMINISTRAZIONI
ASSOCIAZIONI
Sono nostr* supporter
upo_q
ut140
admin-ajax copia
festival
apid140
cafid140ù
SAFE ha vinto il contest come miglior progetto di innovazione sociale all’interno del programma “Competenze per l’Innovazione Sociale” lanciato da Open Incet, in collaborazione con la Fondazione Giacomo Brodolini e i suoi partner.