Il ruolo delle aziende e delle associazioni di categoria
La violenza contro le donne può essere fermata solo riscrivendo la cultura che la legittima.
La nostra proposta alle imprese è di farsi incubatori culturali.

La violenza contro le donne ha costi sociali enormi e costi economici ben precisi.

In particolare è stato calcolato il costo delle molestie e violenze sui luoghi di lavoro. L’integrazione tra politiche aziendali ed educazione in ottica di prevenzione può diventare un obiettivo di responsabilità sociale di impresa sia al proprio interno sia in una attenzione rivolta verso l’esterno in termini di sostegno e supporto alle professionalità che lavorano in ambito educativo e formativo.

Vorremmo portare al salone alcune proposte operative di collaborazione tra aziende, istituzioni e terzo settore per realizzare questo obiettivo e presentare un nuovo progetto nazionale dedicato al potenziamento delle opportunità educative di prevenzione e contrasto alla violenza in ambito educativo e formativo. Un approccio molto pratico, vicino alla mentalità aziendale che vuole agire da ponte tra economia e società alla luce delle esperienze più recenti ed efficaci. Operativamente immaginiamo uno spazio di circa quindici minuti per presentare le proposte e il progetto.

Poiché nel programma c’è una sezione dedicata a “diversity and inclusion” ci piacerebbe anche animare la proposta in un momento differente attraverso la partecipazione della human library, la biblioteca dove si leggono le persone, un metodo innovativo e concreto per promuovere il dialogo e ridurre pregiudizi e stereotipi. Human library potrà essere performata da Giosef Unito, che fa parte della rete europea delle biblioteche viventi.

SAFE è partner delle aziende nel promuovere la responsabilità sociale di impresa attraverso l’integrazione di strumenti e iniziative sul tema del contrasto alla violenza di genere.
Le aziende sono partner nella costruzione degli eventi di raccolta fondi ognuna secondo la propria vocazione in accordo con le linee guida e i principi di SAFE.
L’evento ha una valenza di visibilità per il progetto e per le aziende e di sensibilizzazione sul tema presso un pubblico più ampio.

Le aziende e le organizzazioni che collaborano con SAFE sono realtà che condividono le finalità e i valori del progetto anche all’interno delle proprie pratiche aziendali e organizzative e compariranno all’interno delle pagine di progetto così da esplicitare un meccanismo di trasparenza anche nei confronti delle associazioni che erogano gli interventi formativi.

Sempre all’interno di un meccanismo di totale trasparenza le aziende, grazie alla presenza di una rete e di un catalogo di interventi educativi possono sapere, fin dal momento della progettazione dell’evento, come verranno gestiti i fondi e a chi verranno destinati.

Potete scriverci a imprese@fundforsafe.org o chiamare al 392 9428210